L'educazione finanziaria per la finanza inclusiva: per un uso responsabile dei servizi finanziari

L’educazione all’utilizzo consapevole dei servizi finanziari è ad oggi un tema strategico nei programmi UE: per garantire un corretto funzionamento dei meccanismi di mercato anche il risparmiatore-investitore ha la responsabilità di fare scelte consapevoli, in un contesto di crescente complessità degli schemi contrattuali e delle tecnologie di accesso ai servizi. 

Nel modulo i bisogni finanziari individuali sono analizzati secondo una logica che considera la domanda di servizi e di consulenza in relazione al ciclo di vita del consumatore utente di servizi finanziari (dall’adolescenza alla fase post-lavorativa, fino alla successione).

I principali argomenti trattati: Educazione finanziaria e accesso consapevole ai servizi finanziari: lo stato dell'arte; L'impianto degli organismi e degli strumenti a tutela dell'utente di servizi finanziari; consigli e strumenti per scegliere e gestire al meglio il conto corrente, una carta di pagamento, il mutuo o il prestito.
venerdì 13 ottobre 2017
Altroconsumo, via Valassina 22
20159 Milano (MI)

Introduzione Diritto dei consumatori

Educazione finanziaria e accesso consapevole ai servizi finanziari: lo stato dell'arte

  • Orario inizio

    10.00

    Paola Bongini

    Professore Ordinario di Economia degli Intermediari Finanziari presso l’Università di Milano-Bicocca
  • Abstract

    Il tema dell’educazione finanziaria è strettamente connesso al concetto di “competenza finanziaria”: nella prima parte dell’intervento verranno analizzati questi due concetti. La seconda parte dell’intervento si focalizza sui principi OCSE per un’efficace educazione finanziaria, volto ad aumentare la consapevolezza e la responsabilità dei consumatori/cittadini. 
    L’obiettivo non deve essere solo quello di trasmettere conoscenze e capacità (educazione finanziaria), ma anche giungere a un giudizio informato per prendere, in un contesto reale, decisioni corrette nella gestione dell’economia personale (competenza finanziaria).
    L’intervento si conclude con l’analisi di progetti di educazione finanziaria offerti in Italia.

L'impianto degli organismi e degli strumenti a tutela dell'utente di servizi finanziari

  • Orario inizio

    11.00

    Antonella Sciarrone Alibrandi

    Professore ordinario, Facoltà di scienze bancarie, Università Cattolica del Sacro Cuore
  • Abstract

    Negli ultimi anni si è assistito, a livello nazionale ed europeo, a un sensibile aumento di attenzione riguardo alla tematica della tutela del cliente di servizi finanziari.
    Accanto all’introduzione di nuove normative e strumenti di tutela va anche segnalato un incremento di organismi chiamati ad occuparsi dell’applicazione di tali normative e a garantirne l’enforcement. Il quadro complessivo è frammentato e complesso: l’obiettivo dell’intervento è pertanto quello di proporre una ricognizione organica del quadro esistente, incrementando così una più piena consapevolezza da parte della clientela degli strumenti di tutela a disposizione.

La tutela del cliente nell'esperienza dell’Arbitro Bancario Finanziario (ABF)

  • Orario inizio

    12.00

    Roberto Ferretti

    Avvocato membro del Collegio decidente dell'ABF di Milano
  • Abstract

    Da alcuni anni il nostro ordinamento offre ai clienti delle banche e degli intermediari finanziari sistemi stragiudiziali che permettono di risolvere le controversie in tempi ragionevoli e con una spesa molto contenuta.
    Il principale di questi strumenti è l'Arbitro Bancario Finanziario (ABF), che ha iniziato la propria attività nel 2009 ed è cresciuto fino agli oltre 32.000 ricorsi  stimati per l’anno in corso
    L’ABF è uno strumento prezioso per risolvere e, prima ancora, ridurre il contenzioso tra intermediari e clienti. Perché l’ABF possa svolgere al meglio la propria funzione è però necessario che esso venga utilizzato in modo corretto e “maturo” da tutte le parti coinvolte.

Altroconsumo e le scelte consapevoli: consigli e strumenti per scegliere e gestire al meglio il conto corrente, una carta di pagamento, il mutuo o il prestito

  • Orario inizio

    14.00

    Anna Vizzari

    Esperto di materie di natura bancaria ed assicurativa di Altroconsumo
  • Abstract

    Come si sceglie un prodotto finanziario e come si tutelano i propri diritti? Altroconsumo ha un’idea pragmatica dell’educazione finanziaria: le persone devono conoscere i prodotti finanziari, confrontarli per fare scelte consapevoli e, in caso di problemi, devono sapere come difendere i propri diritti. Il confronto sui prodotti finanziari è possibile: fa fare scelte giuste e premia gli operatori virtuosi. Porta vantaggi anche al mercato visto che vi rimarranno solo i migliori. 

L’Educazione finanziaria secondo Altroconsumo

  • Orario inizio

    15.00

    Pietro Cazzaniga

    Analista prodotti finanziari presso Altroconsumo
  • Abstract

    A che cosa deve prestare attenzione un piccolo risparmiatore quando prende delle decisioni di investimento? Come si può orientare tra le soluzioni che gli vengono proposte? Altroconsumo fornisce da oltre 25 anni consigli dettagliati su come impiegare i risparmi, prestando attenzione anche alla messa in pratica dei consigli stessi. L’educazione finanziaria non può essere solo una serie di regole astratte, ma trova la sua migliore espressione nel confronto con la realtà dei mercati finanziari.

Gli errori più comuni

  • Orario inizio

    16.00

    Giorgio Afferni

    Avvocato. Ricercatore di diritto privato presso l’Università di Genova.
  • Abstract

    L’intervento sarà incentrato sugli errori più comuni commessi dai piccoli risparmiatori quando investono i propri risparmi affidandosi a intermediari finanziari.
    La casistica sarà tratta dalle vicende che sono state poste all’attenzione dell'Arbitro delle Controversie Finanziarie (ACF) recentemente istituito presso la Consob.